Area Stampa

· Pubblicazione su rivista specialistica
· Pubblicazione su sito Soilmec
· Pubblicazione su Journal (interno al gruppo Soilmec)

 Soilmec SR-45 ADV. Flessibilità al servizio dell’ambiente.

L’innovativa perforatrice idraulica SR-45 ADV della casa costruttrice di Cesena è stata impiegata nella realizzazione delle fondazioni per un edificio commerciale utilizzando la tecnica del palo costipato. La tecnologia di costipamento permette di ottenere pali di fondazione ad alta capacità portante senza utilizzare fanghi di perforazione e senza produrre materiale di risulta garantendo un cantiere pulito, che rispetta l'ambiente.
 
Il progetto prevede la realizzazione di pali in calcestruzzo armato, gettati in opera, per la palificata di fondazione di un edificio commerciale nell’area artigianale - industriale di Novazzano. Novazzano è un comune del Canton Ticino situata nel distretto di Mendrisio lungo il confine tra Italia e Svizzera e questo insediamento commerciale costituirà nuove opportunità di lavoro sia per i cittadini svizzeri che per i “frontalieri” italiani. La struttura, che sorgerà su una
  superficie di oltre 8000 mq, prevede quattro piani destinati ad uffici ed un piano interrato destinato a parcheggio. Novazzano sorge all’interno del comprensorio della Valle della Motta in un area caratterizzata prevalentemente da una sequenza sedimentaria quaternaria con depositi deltizi, lacustri, fluviali e glaciali. Al disotto di questa formazione superficiale si trova il riempimento tardo-terziario di argille marine plioceniche formatesi quando il mare tornò a bagnare le parti più meridionali del Ticino invadendo e penetrando profondamente nella morfologia alpina. La testimonianza più evidente di questa nuova e ultima avanzata del mare nel territorio svizzero è l’affioramento di argille blu situato presso Novazzano. Nell’area del cantiere, il terreno è caratterizzato, per l’intera profondità dei pali, da limi argillosi e argille, poco compatte e sottilmente stratificate, intervallate, a circa 10 m di profondità, da livelli metrici sabbiosi o sabbioso-argillosi con ciottoli e ghiaia.

La società Geopali S.A. di Lugano in collaborazione con la società Geo Engineering S.r.l. di Malegno (BS), per
mitigare l’impatto ambientale e ridurre i costi di trasporto e smaltimento dei materiali di risulta dello scavo dei pali di fondazione, ha optato per la tecnica del palo costipato. La morfologia del sottosuolo che caratterizza l’area del cantiere si presta infatti ad un
perfetto costipamento in quanto argille e limi argillosi sono terreni coesivi, che possono quindi esser soggetti a deformazione plastica in quanto la loro forza dipende dalla tensione superficiale dell’acqua capillare tra le
particelle di terreno, permettendo all’utensile costipatore di smuovere e spalmare i detriti di lavorazione sulle pareti del foro. Il palo eseguito con costipamento si caratterizza di tre fasi: la trivellazione, in cui l’utensile viene spinto e ruotato in senso orario dentro al terreno, la risalita con contemporaneo getto di calcestruzzo ed infine la posa della gabbia di armatura, calata all’interno della massa di calcestruzzo fresco.

Come detto in precedenza il terreno rimosso viene spinto lateralmente contro le pareti del foro, tuttavia durante la fase di penetrazione la bocca e le pareti del foro sovrastanti l’utensile non sono completamente consolidate. Durante la risalita, assieme all’estrazione della batteria di perforazione, viene quindi fatto girare l’utensile in senso orario compattando ulteriormente le pareti del foro e spingendo contro di esse gli eventuali detriti caduti dalla zona sovrastante l’utensile. Durante la lavorazione l’utensile viene spinto con forza verso il basso contrastando le forze di resistenza del terreno di conseguenza le attrezzature utilizzate devono soddisfare una serie di requisiti in termini di coppia e spinta. Nel cantiere di Novazzano il progetto prevedeva la realizzazioni di pali di diametro 600 mm eseguiti ad una profondità massima di 20,5 m e per realizzarli è stato scelto di utilizzare una perforatrice idraulica Soilmec SR-45 ADV allestita in configurazione DP con tiro in quarta della società Geotecnica Edilpali S.r.l. di Bologna. Grazie alle performances meccaniche della macchina e all’abilità dell’operatore il cantiere è stato completato con livelli qualitativi eccellenti e nel rispetto delle tempistiche assegnate, toccando dei picchi di produzione di 10 ÷ 11 pali al giorno.
La SR-45 rappresenta appieno le qualità prestazionali e di flessibilità che caratterizzano la nuova linea di prodotto “Advanced” e apre nuove prospettive nel mercato delle perforatrici idrauliche. La macchina base è stata completamente ridisegnata per offrire maggior comfort e sicurezza in cantiere. Le cofanature sono rivestite interamente di materiale fonoassorbente e smorzante. Il motore Cummins QSB6.7 Tier4 è in grado di erogare un elevata potenza (201kW @ 2000 giri) mantenendo maggior efficienza e flessibilità e soprattutto in grado di limitare
drasticamente i consumi di carburante. Le passerelle, i corrimani e il sistema di telecamere completo di schermo LCD sono stati ridisegnati per garantire un'ottimale sicurezza dell'operatore. La nuova cabina Soilmec "H-Cab" è dotata di portiere scorrevoli,
sedile di qualità automotive completo di regolazione lombare, monitor DMS touch-screen regolabile e comandi e manipolatori più ergonomici. Con 1050 mm di larghezza la SR-45 monta la cabina più spaziosa nella sua categoria offrendo all’operatore la massima ergonomia e un comfort elevato.
La rotary della SR-45 è stata inoltre progettata per facilitare le operazioni di manutenzione e offrire una elevata coppia.
L’antenna, completamente nuova, è costruita con acciaio ad alta resistenza consentendo di snellire la macchina per una più facile trasportabilità e ottimizzare il bilanciamento nella parte frontale della perforatrice migliorandone la stabilità. In versione standard per palo trivellato la SR-45 può esser trasportata completa di asta
kelly riducendo i tempi di messa in opera in cantiere. Grazie al nuovo concept design di Soilmec la SR-45 è dunque una vera macchina multifunzione in grado di offrire ottime prestazioni nelle varie tecnologie di perforazione come i pali trivellati, pali in elica continua, pali costipati, e trattamenti di consolidamento del terreno con tecnologia Turbojet®.